• mancino958

L’evento più importante del mondo

Autore:Tito

Traduttore:eva7788

Revisore: Xiaobuding



Una volta ho letto un libro intitolato “50 eventi nel mondo”. Ricordo ancora che per leggerlo ho dovuto prendere un dizionario e tradurlo faticosamente. Il primo grande evento del libro mi ha fatto riflettere profondamente, o forse ha fatto riflettere tutti profondamente. Nonostante l’Italia ora sembri debole, è comunque comprensibile perché oggi è uno dei paesi industriali del G8, sebbene sia l’ultimo.

È davvero difficile da immaginare, anche se è qualcosa che tutti sanno, ma è sorprendente e inaspettato per un cinese trovarlo scritto così in un libro: nel concetto cinese, un libro che registra cinquanta grandi eventi nel mondo, dovrebbe contenere l’intronizzazione dell’imperatore, le grandi imprese della fama e dell’apparenza o una battaglia che ha determinato il destino della Cina. Ricordo quindi, che quando lessi il primo evento menzionato nel libro, riflessi molto.

Il libro racconta in maniera breve ma intenso del primo grande problema: l’agricoltura, affermando: “Il fondamento di tutte le sovrastrutture nel mondo è l’agricoltura. Che si tratti di scienza, tecnologia, politica, cultura, militare, storia, il supporto più critico è anche l’agricoltura. Senza agricoltura, la cultura come l’opera, la musica e i film è un discorso vuoto. L’agricoltura è il fondamento di tutte le attività della civiltà umana”. Anche se quando lessi il libro mi è solo sembrato sensato, è stato comunque più profondo del vecchio detto cinese “il cibo è il paradiso per le persone”.

Ricordando questo libro oggi, non è più solamente ‘sensato’. Solo quando la Cina è a corto di cibo, e le persone avranno fame, potranno veramente apprezzare la saggezza degli occidentali. Gli occidentali hanno davvero pensato a ciò che è importante e ciò che non lo è, e pur essendo avidi hanno comunque altri aspetti preziosi della natura umana e sono anche coloro che hanno veramente considerato la questione della sopravvivenza umana. Ci sono state carestie in tutte le dinastie e generazioni in Cina, ma sono sempre la diplomazia militare e culturale l’oggetto dell’attenzione nazionale, mentre l’agricoltura non è mai stata presa sul serio, o solo per poco tempo. Forse gli stessi cinesi non hanno mai pensato che il fondamento importante di tutto sia il cibo.

Quando l’Occidente aveva un’azienda potente come la “Monsanto”, la Cina era ancora bloccata nell’era del riso ibrido di Yuan Long-ping. Quando “Monsanto” è stato acquistato da Bayer, il riso ibrido di Yuan Long-ping non aveva ancora prodotto nulla di nuovo. La carenza di cibo si avvicina sempre di più e se gli ultimi tre anni di disastri naturali si ripeteranno, andranno a coprire d’ombra il cuore delle persone.

“Il cibo è paradiso per le persone” potrebbe essere solamente un proverbio cinese tramandato dall’antichità fino ai giorni nostri e forse era semplicemente usato dagli imperatori e dai generali del passato per persuadere il popolo.

La Cina ha attraversato così tante difficoltà, ma ancora non può impedire il ripetersi della storia. E questa volta, non si sa se i cinesi potranno davvero prendere in considerazione l’importanza delle fondamenta di tutte le attività sociali, e spostare il loro sguardo dal potere, dando importanza all’agricoltura e se come gli occidentali, in futuro, tra i cinquanta grandi eventi in Cina, l’agricoltura potrà essere collocata nella posizione più importante.

Fonte: https://gnews.org/zh-hans/684718/




2 次瀏覽0 則留言

Subscribe to Our Newsletter

@2021 all rights reserved by himalayitaly

  • White Facebook Icon